28 Luglio 2016

Redazionale sul web portal matrix4design.com

Albertini, una finestra italiano in Libano

Albertini, una finestra italiano in Libano

Clicca qui per leggere l'approfondimento

more
23 Giugno 2016

Redazionale sul tabloid Giornale del Serramento

Si parla del progetto Villa GC a Bergeggi






Clicca qui per scaricare l'articolo per intero

more
9 Giugno 2016

Redazionale sul web portal matrix4design.com

Le finestre Albertini a prova di uragano




Clicca qui per leggere l'articolo

more
22 Marzo 2016

Witri'A su Casa Naturale di marzo-aprile 2016

Witri'A su Casa Naturale di marzo-aprile 2016

Clicca qui per scaricare la presenza stampa

more
25 Febbraio 2016

Domus febbraio 2016

Citazione redazionale

more
1 Febbraio 2016

Edilizia veronese: il racconto di una giornata di visita guidata in cantiere

Edilizia veronese: il racconto di una giornata di visita guidata in un cantiere di Verona

Presenza redazionale sul portale veronese dei costruttori

Clicca qui

more
28 Settembre 2015

Nuova Finestra settembre 2015

Articolo della redazione dedicato al progetto Shoshone Residence (Wyoming)



Scarica qui l'articolo

Case history Albertini sullo stesso progetto: vedi qui

more
5 Giugno 2015

www.guidafinestra.it

La nostra ultima case history ripresa dal portale www.guidafinestra.it

Clicca qui per leggere l'articolo completo

more
12 Maggio 2015

Witri'A su Casa Naturale di maggio 2015

Witri'A su Casa Naturale di maggio 2015

Clicca qui per visualizzare l'articolo

more
19 Aprile 2015

Albertini su L'Arena di oggi

Intervista a Carlo Albertini

Clicca qui per leggere l'intervista

more
27 Marzo 2015

Albertini su Arketipo di marzo

Approfondimento tecnico sul progetto residenziale dell'Arch. Cenna

more
19 Gennaio 2015

Albertini sul primo numero della rivista digitale WF-Finestre sull'architettura

Presenza istituzionale




Clicca qui per vedere la nostra pagina pubblicitaria digitale

more
10 Ottobre 2014

Apexfine - Vetrate scorrevoli tutto vetro

Comunicazione via email inviata al target professional

more
11 Settembre 2014

Archinfo.it

Serramenti Albertini - alla costante ricerca della perfezione

more
8 Settembre 2014

THE PLAN

Sul numero dedicato all'architettura moscovita, Albertini si presenta con una carrellata dei più recenti progetti completati

more
5 Marzo 2014

Xylon n.2

La crisi non ferma l'innovazione del serramento

Intervista a Carlo Albertini




more
3 Febbraio 2014

Azero

Approfondimento sulla prima Casaclima A in Puglia.





more
1 Ottobre 2013

AD Ristrutturare

Belli dentro, forti fuori




more
18 Febbraio 2013

DE|AR

Investire nella pubblicità in tempo di crisi è come costruirsi le ali mentre gli altri precipitano. (Steve Jobs)




more
1 Febbraio 2013

Domus

All'interno della Rubrica RASSEGNA della rivista Domus di Febbraio 2013, in edicola ora, ALBERTINI è stata citata redazionalmente a pag. 136 con la linea di finestre Raso Muro.

more
1 Settembre 2009

Materiali & C. - Albertini LibrA

Elle Décor Italia - Settembre 2009 - MATERIALI & C - Pagina 100
LIBR'A

Libr’A, la Portafinestra scorrevole a pacchetto di Albertini, permette di creare una vera e propria parete, dotata di fono e termoisolamento, secondo le necessità completamente apribile, senza pannelli fissi. Versatile nel trasformare gli spazi, facilmente adattabile a ogni esigenza tecnica e progettuale.


more
1 Giugno 2009

Soluzioni Eccellenti


Yachting in Capri - Estate 2009
RASSEGNA INSIDE - Pagina 88
SOLUZIONI ECCELLENTI

Da sempre caratterizzati per l'alta qualità dei prodotti utilizzati e per la capacità di integrarsi in soluzioni eccellenti, i serramenti Albertini presentano Libr'A: la portafinestra scorrevole a pacchetto esterno ideale per soluzioni abitative come verande, piscine, e tutte le location in cui si desideri avere aperture d'estate e chiusure d'inverno. Una vera e propria parete mobile, dotata di opportuno fono e termoisolamento, completamente apribile, senza pannelli fissi o colonne che impediscano il passaggio. Con la sua estrema versatilità nel trasformare gli spazi, Libr'A presenta una elevata facilità di adattamento ed eccellenti prestazioni qualitative, per ogni esigenze tecnica e progettuale.
Info: www.albertini.it


more
15 Giugno 2008

Casa di Giuletta: Albertini è sponsor

L'arena
MITI & BUSINESS. Sulla terrazza si potranno lasciare incisi, con il laser, i propri nomi
Pagina 20 - Cronaca

Casa di Giulietta, firme ricordo a cento euro
La notizia è di quelle che lasciano per l’appunto il segno: gli innamorati di tutto il mondo avranno a disposizione 50mila tessere di marmo su cui poter incidere i loro nomi. Dove? Sulla terrazza della Casa di Giulietta. Quei 300 metri quadri disposti ad elle di proprietà del più antico teatro privato di prosa della città, il Nuovo. Il mosaico sentimentale sarà la copertura della terrazza che affaccia proprio sul balcone visitato da folle di romantici. Due milioni l’anno. Ladies and gentlemen ecco a voi LoveStone, da un’idea del direttore artistico Paolo Valerio, regia del Teatro Stabile di Verona Fondazione Atlantide, produzione della Mapei, Stone Italiana, Albertini e Prisma (note aziende del territorio e non solo che hanno messo a disposizione materiale e risorse).
Nulla a che vedere con i sospirosi messaggi che ricoprono l'androne della casa di via Cappello. Dove, strato dopo strato, migliaia e migliaia di mani hanno inciso in tutti i colori, con ogni pennarello, messaggi distillati dal cuore. E la cosa finisce lì, tra il folcloristico e l'indecente. Attrattiva per i turisti. Seccatura per le amministrazioni comunali impegnate in perpetue campagne di disinfestazione dei messaggi scribacchiati sulle pareti. LoveStone, presentata ieri pomeriggio in anteprima ad un centinaio di invitati, è tutta un'altra storia. Vuoi perché le tessere del mosaico sono di marmo rosso Verona. Vuoi perché l'incisione sarà fatta con il laser da una macchina speciale studiata per l'occasione da Stone Italiana. Ma la storia acquista spessore a questo punto: il ricavato dell'operazione andrà a sostenere le attività culturali del teatro.
Nato nel 1846 e dal 2005 riconosciuto dal Ministero per i Beni e le attività culturali Teatro Stabile ad iniziativa privata, il Nuovo si sostiene infatti da solo, con i proventi della gestione, grazie al mecenatismo degli attuali proprietari, trentuno soci riuniti in una società a responsabilità limitata. Ecco dunque l'idea che diventa progetto, che diventa realtà. Restaurare la terrazza che affaccia sulla potente calamita turistica che è il cortile della Casa di Giulietta. Proprio sopra la statua della fanciulla, alla stessa altezza del balcone appeso lassù soltanto da mezzo secolo. Sono stati ripristinati il portone, la scala d'accesso e il pavimento, vero punto centrale di tutta l'iniziativa. Che, per fare chiarezza, è stata pensata così. Tutti, innamorati, giovani, coppie di ogni età, turisti, personaggi famosi, insomma chiunque abbia voglia di lasciare un segno indelebile nel luogo di culto dell'amore, per prima cosa deve salire sulla terrazza che sarà aperta tutti i giorni (o consultare il sito www.lovestone.it, dove è possibile prenotare la tessera del mosaico). Lì, in una delle stanze che affacciano sul luogo, troverà il personale a cui lasciare la firma. Con una penna ottica affiderà alla memoria di un pc il proprio nome e quello della metà con cui si vuole dividere il quadratino di marmo.
A questo punto la macchina laser inciderà i nomi e nel giro di dieci minuti la prima parte dell'operazione sarà conclusa. Con tanto di scatola, la tessera di marmo 5X5 centimetri firmata, sarà nelle mani degli innamorati. Nei giorni successivi, al massimo quindici, un'altra macchina penserà a riportare l'incisione sulla tessera di marmo che compone il mosaico della terrazza, procedimento che richiede più tempo. Quindi verrà scattata una foto e inviata al destinatario. Il tutto a partire da 100 euro. Ma non è un prezzo. Solo la soglia minima della donazione. Come d'altronde succede al Globe Theatre di Londra, dove i sostenitori del teatro lasciano la loro firma sul Supporting Wall per donazioni con il tetto minimo ben più alto. E tra le firme si leggono i nomi di John Gielgud, Lauren Bacall, Alec Guiness.
Così il teatro ricostruito nel '96 dopo l'incendio del 1613, ha continuato a crescere. E dal Globe è arrivato ieri un pensiero di apprezzamento per LoveStone che al Supporting Wall si ispira. Chissà che non succeda lo stesso a Verona, meno anglosassone nell'amore per il teatro, ma pur sempre legata ad uno dei suoi più alti - e turistici- miti: Shakespeare e Giulietta e Romeo.
 
Silvia Bernardi
 

more
15 Giugno 2008

Si potrà firmare la terrazza di Giulietta

Il Corriere di Verona
Come il Globe di Londra - Inaugurato ieri il nuovo spazio che si affaccia sul balcone
Pagina 8 - Cronaca Verona

Nuovo, chi aiuterà il teatro potrà firmare una pietra della terrazza di Giulietta
Le donazioni serviranno anche per la biblioteca e la galleria d'arte
VERONA - “Oltre 1500 estimatori del Globe e di Shakespeare hanno lasciato un segno visibile e indelebile a testimonianza del loro contributo con una forma incisa sulla superficie di rame del supporting Wall”. Verona come Londra, da ieri anche in città è possibile un gesto d’amore per la cultura grazie a Love Stone un progetto realizzato dal Teatro Stabile di Verona Fondazione Atlantide. La splendida terrazza che si affaccia sul cortile della casa di Giulietta è stata inaugurata ieri sera grazie al supporto di Stone Italiana e Mapei e ospiterà una sorta di walk of fame. “L’idea è nata anni fa – spiega Paolo Valerio direttore del teatro – dopo aver visto quello che fanno al Globe di Londra. Grazie al restauro e a una progettazione ad hoc abbiamo restituito la terrazza alla città con la possibilità di lasciare la propria firma sul mosaico che compone il pavimento della terrazza stessa.”
Con un sofisticato meccanismo laser, infatti, sarà possibile incidere la propria firma su uno degli oltre 50 mila tasselli di marmo che compongono la pavimentazione, a fronte di una donazione che permetterà al teatro di realizzare nuovi progetti culturali. “Pensiamo sia un modo anche per coinvolgere il mondo degli imprenditori – prosegue Valerio – che si devono sentire parte di un progetto”. Le donazioni, infatti, serviranno a dare corpo a idee come una libreria teatrale o una galleria d’arte accolte nelle stanze recuperate intorno alla terrazza che ospiterà da subito spettacoli, incontri, performance. Sarà aperta, inoltre, ai turisti per poter ammirare da un diverso punto di vista il balcone protagonista della storia d’amore che ha reso Verona famosa in tutto il mondo. “Il mondo sotto questa terrazza – sottolinea il regista veronese – ha sempre lasciato una forma effimera sui muri d’ingresso”. Oggi è possibile firmare per la cultura e diventare sostenitori del teatro anche grazie a Internet. Sul sito www.lovestone.it si potrà donare e, poi, vedere la propria tessera incastonata tra le altre.Oltre 50 mila tasselli divisi in 37 lotti che porteranno il nome delle opere del Bardo.
L’inaugurazione di ieri è stata, intanto, una sorta di prova perché la presentazione ufficiale avverrà durante l’estate. “In quella occasione oltre a posare la firma il primo cittadino di Verona ci sarà anche un testimonial d’eccezione”. Contatti sono già stati presi con Riccardo Cocciante, che a Verona ormai è di casa ma Valerio punta in alto: “mi piacerebbe che tutti i personaggi che passeranno dalla nostra città lasciassero la loro testimonianza, il loro gesto d’amore per il teatro e la cultura, da Venditti, a Zeffirelli, a George Clooney”. E da Verona potrebbe nascere un modello italiano con un supporting wall per ciascun teatro “con Maurizio Costanzo stiamo ragionando per diffondere l’idea in Italia”. Non mancherà, poi, sulla terrazza scaligera la tessera dedicata al Globe londinese in un reciproco scambio di cortesie. E future collaborazioni. Come lo stesso Valerio conferma “stiamo lavorando per promuovere insieme ai colleghi inglesi progetti legati all’educazione teatrale per scuole e università”. Verona come Londra grazie al teatro di Shakespeare.
Tiziana Cavallo 

more
1 Maggio 2008

Libr'A

Domus 907 - Maggio 2008 RASSEGNA DOMUS Pagina 144
LIBR'A

Portafinestra scorrevole a pacchetto esterno, Libr’A è una vera e propria parete mobile, dotata di fono e termoisolamento e completamente priva di pannelli o di elementi strutturali fissi in grado di impedire il passaggio. Estremamente versatile, ilsistema risulta particolarmente indicato per gli spazi aperti in estete e chiusi in inverno, come piscine o verande (nell'immagine: due portefinestre Libr'A da 7 ante in legno Paintwood laccato bianco).


more
1 Marzo 2008

Opinioni dal settore

Intervista a Carlo Albertini
It's Trade, Marzo 2008

MERCATO | Risparmio energetico
Il consumatore, a quanto pare, è molto ben informato e sempre più propenso a usufruire di soluzioni edilizie che permettano di ridurre fattivamente i costi di gestione degli impianti termici.
I costi dei combustibili, ormai, incidono pesantemente sul bilancio delle famiglie, e il mio parere è che sia ancora poco incisiva l'informazione data al pubblico riguardo all'entità dei tagli in bolletta che si potrebbero ottenere con gli opportuni interventi edilizi.
I prodotti Albertini sono tutti costruiti per garantire il massimo risparmio energetico negli ambienti in cui vengono installati. L'azienda punta al top del design e della funzionalità: dal 2006 l'area Ricerca&Sviluppo possiede un proprio laboratorio di prova (Tecn'A) in cui vengono effettuati i test di tenuta dell'aria, acqua, vento e di resistenza meccanica. I prodotti rispettano già i requisiti previsti dalle norme.
 
Carlo Albertini
Direttore generale - Albertini spa

more