Le soluzioni Albertini

Gli infissi Albertini sono prodotti e commercializzati con la consapevolezza che solo la ricerca costante dell'eccellenza può condurre alla massima qualità di prodotto e di servizio.
 
Con gli elevati standard qualitativi attualmente raggiunti e con alcune semplicissime accortezze di manutenzione ordinaria, infatti, le finestre in legno possono avere una vita praticamente illimitata.
 
Ad accompagnare la consegna dei serramenti Albertini a casa vostra ci sono il libretto di istruzioni - che vi informa dettagliatamente sul funzionamento e la manutenzione - e la scheda prodotto, che riporta le informazioni specifiche della fornitura e tracciare qualsiasi eventuale richiesta di intervento post-vendita.

Visita le pagine di questa sezione per le risposte ai principali quesiti di manutenzione che ci vengono più spesso rivolti.

La condensa

Il fenomeno più tipico dei periodi di grande freddo è il verificarsi della CONDENSA.

Dato che le finestre sono la componente più fredda e più a contatto con l'esterno, è ovvio e scontato che questo fenomeno si manifesti in modo più evidente su questo elemento dell'involucro edilizio.

Trattandosi di un fenomeno fisico pressoché impossibile da eliminare completamente, le operazioni più opportune da mettere in atto sono quei facili accorgimenti che permettono di ridurre al minimo le conseguenze negative del fenomeno stesso: quelle che derivano dal permanere dell'umidità sugli elementi costruttivi. Ciò che è importante fare per difendere e proteggere i serramenti dai danni della condensa è quindi di porre attenzione ad evitarne il ristagno.

Clicca qui per scaricare l'approfondimento

Manutenzione

Con gli elevati standard qualitativi attualmente raggiunti e con alcune semplicissime accortezze di manutenzione ordinaria, le finestre in legno possono avere una vita praticamente illimitata.

Per assicurare loro lunga durata ed una costante funzionalità nel tempo, però, tutti i serramenti esposti all’esterno necessitano di un periodico ed attento controllo, dal quale deve scaturire la procedura più idonea per il ripristino delle condizioni originarie.


Qui sotto puoi scaricare un file che illustra nel dettaglio le operazioni da compiere per effettuare autonomamente la manutenzione.

Clicca qui per scaricare l'approfondimento

Regolazione

Per garantirne la perfetta funzionalità nel tempo, al termine della fase di posa e poi ad intervalli periodici tutte le finestre vanno regolate per adattarle alle specificità del muro e dell'ambiente in cui sono installate. Pur se è comunque consigliabile che le regolazioni sulla ferramenta e lo sgancio e riaggancio delle ante siano effettuate solo da operatori professionali, ecco qui di seguito alcuni suggerimenti importanti.

Sgancio e riaggancio dell'anta
Sgancio: ad anta chiusa, tirare verso il basso il perno del supporto forbice.
Riaggancio: inserire l’anta sul perno della cerniera e quindi accostarla al telaio (senza chiudere con la martellina). Spingere verso l’alto il perno del supporto forbice. Agganciare la sicurezza.
Verificare la posizione del perno sul supporto forbice! Diversamente, c'è la possibilità che l'anta possa cadere!
Controllare lo stato di usura dei pezzi rilevati ai fini della sicurezza della finestra (controllo costante - minimo una volta all'anno).

Regolazioni sulla finestra

1. Regolazione dei perni di chiusura:
I perni di chiusura multi si possono registrare (chiave 9 mm) in 3 posizioni per assicurare la perfetta tenuta della finestra.
2. Registrazione supporto forbice:
Sollevare la finestra - quando per es. la finestra tende ad abbassarsi verso la martellina (chiave 9 mm).
3. Registrazione sulla cerniera angolare:
Abbassare il battente - per es. quando la forbice fa attrito.
Spostare il battente in orizzontale
per es. quando i perni di chiusura non prendono a sufficienza nello scontro (chiave inbus 4 mm).

Manovra dell'anta a ribalta


Posizione di aerazione continua del locale.

Solo per un breve ma intenso ricambio d’aria o per la pulizia del vetro. Non lasciare la finestra incustodita in questa posizione.

Posizione di chiusura, ovvero quando non è richiesta l'aerazione ed in caso di assenza dal locale.